Pareti: Scelta dei colori

Colori delle Pareti

Se dobbiamo costruire una nuova casa o ristrutturare quella esistente, troviamo indicazioni su tutti gli ambienti, su come disporli e valorizzarli ma troppa poca importanza viene data al colore delle parenti che spesso viene lasciata come ultima scelta e con un lavoro fai da te. Ecco allora una piccola guida per valorizzare le nostre case e  per evitare che se ne vedano i tutti i colori!

Possiamo studiare al meglio l'arredamento delle nostre case, le luci i e i suoi particolari  ma se non ci ricordiamo dell'ambiente e non prestiamo attenzione ai colori delle pareti della nostra abitazione, tutti gli sforzi potrebbero risultare vani.

Grazie al nostro occhio e al cervello siamo in grado di percepire i colori che seppur chiari e riconoscibili possono avere tantissime sfumature e tonalità ma conoscerli tutti non basta per rendere perfetta la nostra casa! Cerchiamo di ricordare come ci siamo sentiti in luoghi "colorati" perché è indispensabile ricordare le nostre sensazioni per capire per quale motivo in alcuni ambienti ci troviamo a nostro agio e perché preferiamo alcuni luoghi invece che altri. Torniamo indietro nel tempo quando a scuola ci parlavano di colori primari e secondari, accostamenti cromatici e sfumature. L'arcobaleno riproduce i sette colori dell'iride e tutto questo avviene grazie alla luce che se viene totalmente assorbita da un corpo vediamo nero oppure se completamente riflessa, il bianco (avete mai notato che in natura non esistono il bianco e il nero assoluto?).. i  sette colori dell'iride: tre dei questi sono chiamati primari, gli altri si ottengono quando si mescolano i tre primari tra di loro.

I colori primari sono il magenta, il giallo e il blu, mentre mescolandoli tra di loro otteniamo il verde, il rosso, l'arancio il violetto e l'indaco. unendo fra di loro i colori secondari, in ogni combinazione possibile, riusciremo a ottenere tutti i colori esistenti in natura che, a sua volta, si distinguono in caldi (rosso, giallo, arancio, beige..) freddi ( viola, blu..) neutri (bianco, nero, grigio) alcuni appartenenti a questi categorie possono diventare freddi o caldi in base alla tonalità, un esempio può essere il giallo limone e il rosso che tende al viola (giallo e rosso sono caldi ma in queste tonalità risultano freddi).

Significato dei colori per le pareti

Superata questo doverosa e corposa premessa possiamo ora riassumere il significato generale dei colori. Per quale motivo è importante conoscere il significato dei colori? per poter scegliere, in base al nostro carattere quale tono dare ai nostri ambienti. i colori caldi dovrebbero essere usati principalmente negli ambienti dove viviamo come soggiorno o cucina e i colori freddi negli ambienti di riposo, stando però attenti a non abusare nel verde che essendo un colore ne caldo ne freddo può rendere l'ambiente un po' troppo pesante con il rischio di ottenere un risultato troppo "acquoso" stile piscina. Il grande e spesso incompreso Van Gogh diceva: "Ho cercato di esprimere le terribili passioni umane attraverso il rosso e il verde".

Parete Rossa: eccitante, dà stabilità e trasmette fermezza e fiducia. Deve essere utilizzato su ampi spazi solo nelle sue sfumature più chiare senza però perdere il suo carattere deciso. Le sfumature troppo chiare del rosso e di tutti gli altri colori caldi in generale, sono rischiose perché si potrebbero dare un effetto "vecchio" ed anonimo, cosa che per i freddi non vale.

Parete Arancio: è meno eccitante di quanto lo sia il rosso ma ugualmente intenso, differente infine l'effetto del giallo, stimolante ma non eccitante, irradia luce ed è ottimo negli ambienti di lavoro e studio poiché stimola la memoria visiva.

Parete Azzurra: come tutti i colori freddi è rilassante ma deve essere utilizzato con sfumature chiare e accostandolo a tonalità più calde per evitare un effetto troppo freddo.

Parete Turchese: viene utilizzato negli ambienti di riposo per le persone iperattive proprio per il suo effetto rilassante, quasi sedativo.

Parete Viola e violetto: moderano l'irritabilità ed aiutano il raccoglimento, la meditazione, persino l'ispirazione. Grigio: indica prudenza, è un colore freddo che però assume sfumature dei colori che gli vengono accostati. Per chi abita nella pianura padana o nelle grandi città può sperimentare le tante sfumature del grigio che ha bisogno di luce per essere valorizzato, mai utilizzarlo da solo, l'effetto triste sarebbe assicurato!

Parete Marrone: sicurezza, concretezza, è un colore raro da trovare per le pareti, più spesso presente nel legno, (sempre da preferire nelle tonalità chiare, bionde o rosse).

Parete Bianca e nera: spesso associati al bene e al male, in fisica vengono descritti come la sottrazione e la somma di tutti i colori quindi è un po' come se li rappresentassero tutti e nessuno!! Utilizzati moltissimo nell'arredamento anni 70 ma ritornato di gran moda negli ultimi anni, sono colori da utilizzare con attenzione e nel totale abbinamento al resto dell'arredamento e degli oggetti decorativi.

Il bianco simboleggia purezza, pace, semplicità,  può comunque avere moltissime tonalità ma crea un'immediato effetto disordine se non è immacolato e, se poco illuminato, si trasforma in grigio. Seppur dia un'effetto austero e monotono può trasformarsi in un colore passpartou se accostato agli altri colori fino ad aumentare i volumi e le forme.

Colore difficile ma di grande effetto, può esaltare i difetti e anche nelle pareti con la rasatura a gesso potrebbe farsi notare anche la più piccola imperfezione. Il nero, invece, è spesso associato all'eleganza e al potere, è un rafforzatore di tutti i colori proprio perché tutti possono essere accostati al nero senza paura ed avendo la certezza che qualsiasi colore ne sarà ravvivato. Utilizzato più per i pavimenti che non per le pareti e più per locali pubblici che non nelle nostre abitazioni è un colore da utilizzare in luoghi privilegiati, per creare decorazioni o cornici e per esaltare oggetti e quadri, da evitare entrambi nei locali piccoli. La scelta di utilizzarli insieme rafforza il loro carattere e se utilizzato in tutti gli ambienti della casa crea unità senza sbilanciarsi. Chi lo predilige per la propria casa, seppur richieda una gran voglia di mettersi in gioco (e di pulire in abbondanza!) esprime freddezza e un calcolato distacco. Per rendere glia ambienti comunque accoglienti sono da prediligere arredamenti comodi e tondeggianti, da evitarsi comunque tutti quegli oggetti dai materiali freddi e con forme troppo geometriche.

Colori delle pareti e sensazioni

I colori ci aiutano a raccontarci, parlano di noi, esprimono i nostri stati psicofisici, emozionali, interiori, danno tante informazioni di noi, spesso la scelta dei colori nelle nostre case è influenzato da condizioni culturali ma troppo spesso rimane comunque una componente inconscia. 

Un esempio lo abbiamo quotidianamente anche nei vestiti e come così come cerchiamo di abbinare il colore della giacca con quello dei pantaloni, dovremmo fare anche nei vari ambienti delle nostre case, più armonia abbiamo nei colori, più risulteranno accoglienti. Sono i particolari che fanno la differenza, non le grandi scelte. Quindi da dove partire? Innanzitutto dal voler creare unità e armonia.

I colori portano sensazioni, perciò iniziamo proprio da noi, cerchiamo di dare ai ricordi più belli un colore e iniziamo cercando di farci guidare dalle nostre emozioni. Solo dopo aver ben chiare le nostre idee, possiamo avventurarci  ( purtroppo non sempre è possibile costruire tutto da zero) ed è importante trovare dei buoni compromessi e aver ben chiaro a  cosa siamo disposti a rinunciare e a cosa no.

Se dobbiamo ristrutturare locali mantenendo il medesimo pavimento, dobbiamo iniziare proprio da quest'ultimo, se fossero ambienti nuovi, è una scelta impegnativa dal punto di vista economico ma di sicura praticità e di grande effetto il pavimento in legno chiaro o nelle tonalità di biondi o rosso. Non possiamo accostare ad un pavimento rosa delle pareti gialle solo perchè ci piace il giallo ed è luminoso, così come è difficile dare ad un'appartamento antico una forma estremamente moderna.

Se si tratta di ristrutturazione, valutiamo quali sono tutti i componenti che resteranno invariati che spesso sono pavimenti e serramenti. se anche le porte interne rimarranno le medesime, si può sempre decidere di laccarle così da sembrare nuove. I serramenti esterni possono fare un capitolo a sè proprio perché spesso vengono coperti dalle tende. Non possiamo tralasciare invece il colore delle porte e dei pavimenti. Ricordiamo sempre la regola per i colori caldi nella zona giorno e freddi per quella notte, i colori che nascono caldi ma con tonalità che li rendono freddi sono da prediligere nei monolocali (vedi giallo limone o rosa-porpora).

Scelta del Colore delle Pareti

Purtroppo capita raramente di riuscire a scegliere un colore base da sfumare nelle tonalità calde in soggiorno e fredde nelle camere che darebbe un'effetto magnifico e di grande uniformità (prediligo comunque le tonalità dell'azzurro nelle camere).

Per chi invece ha a disposizione una grande abitazione è di grande impatto riuscire a percorrere i vari ambienti in modo tale da essere accompagnati dai colori gradatamente da un'ambiente caldo a uno freddo attraverso corridoi che sfumano nelle varie tonalità primarie. Utilizziamo con generosità gli abbinamenti con tonalità cangianti nella zona giorno e che ricordano quelli del cielo in quella notte.

I bagni e i locali di servizio sono comunque ambienti a sé dove possiamo osare con qualsiasi colore e abbinamento ricordandoci però di come i pavimenti gialli, bianchi, blu scuro e neri sono molto difficili da tenere puliti e comunque in caso di piastrelle in ceramica, per i pavimenti è sempre meglio optare per l'effetto opaco, nella medesima tonalità ma in versione lucida per le pareti. Se si mantiene lo stesso pavimento in tutti gli ambienti della casa è comunque meglio staccare con una forma diversa almeno nel bagno con tagli di piastrelle e fughe differenti. Ottimo l'utilizzo di non piastrellare tutte le pareti e di accostare pareti tinteggiate in colori forti e che richiamano eventuali decorazioni delle piastrelle. Creare contrasti serve a dare più movimento ai locali ma funziona solo per gli ambienti medio grandi e nelle tonalità diverse del medesimo colore, da utilizzare però i contrasti per creare profondità e luce.

Alcuni accostamenti vincenti possono essere turchese e marrone, grigio e rosa intenso, giallo e azzurro, bianco e bordeaux, arancio e rosso, verde acido e giallo sole. Ogni singolo accostamento deve però essere motivato dall'effetto che vogliamo dare, e ricordiamoci che il colore delle pareti deve essere soprattutto in funzione del pavimento e dell'arredamento.

Se vogliamo un arredamento molto colorato, per forza di cose non potremo colorare con colori intensi le pareti e viceversa ma comunque, qualsiasi sia l'opzione, l'importante è che sia stata una scelta voluta.

 

Articolo realizzato dalla Geom. Federica Ticozzi.